fbpx
Seleziona una pagina

La Sicilia è un’isola che affascina in ogni suo aspetto: dallo splendido mare alla rude montagna, dalle campagne sperdute alle città affollate, senza dimenticare i piccoli paesi storici come la splendida Naro nella provincia di Agrigento.
Questa cittadina, di fatto, ha la capacità di stupire al primo sguardo soprattutto grazie alla presenza massiccia di tesori barocchi, tanto da essere chiamata anche la “Noto meno nota”!
Il barocco siciliano di Naro, però, è unico nel suo genere.
Solitamente questa tendenza artistica è celebre per la grande esuberanza creativa, caratterizzata dalla ricchezza dei decori molto drammatici e scenografici.
La particolarità delle strutture architettoniche naresi riguarda anche il tipo di materiale utilizzato: il tufo, come quello impiegato nella costruzione dei templi di Agrigento.

Chiesa di San Francesco

Naro è una città che non ti aspetti: si svela pian pianino e lascia senza parole!
Chiunque l’abbia visitata ne rimane entusiasta e tutt’ora stupisce che se ne parli così poco.
Questa splendida cittadina barocca, infatti, ti conquisterà al primo sguardo!
Offre un panorama mozzafiato, siti archeologici di grande interesse, splendidi edifici ricchi di arte e storia.
Cosa chiedere di più?
C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Cripta del Santuario di San Calogero

Alla scoperta di Naro

Questa cittadina barocca è davvero incantevole, si distingue per l’atmosfera affascinante e quasi poetica!
Ancora prima di raggiungere l’entrata del paese saltano all’occhio numerose costruzioni architettoniche particolarmente interessanti (palazzi, chiese e castelli) inserite in mezzo a stradine e viuzze strette, alcune in completo stato di abbandono (con molte abitazioni in vendita) e apparentemente disabitate. 
Da qualche finestra si scorgono i caratteristici altarini e le statue di santi, tanto amati nella tradizione siciliana.
Sembra quasi che qui il tempo si sia fermato: ovunque si respira aria di calma e serenità. 

Panorama di Naro

Nel centro storico è possibile intraprendere un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte: si passa facilmente dallo stile gotico-medievale a quello del 19°secolo, immergendosi totalmente nel barocco siciliano.
Il palazzo del municipio ha una biblioteca con manoscritti secolari e, se si chiede di poterli visionare, le impiegate approntano una vera e propria mostra di questi preziosi reperti storici.
Le guide locali sono veramente eccezionali perché, oltre ad accompagnare il turista in tutti i magnifici posti caratteristici, trasmettono l’infinita passione per la propria terra attraverso aneddoti simpatici e curiosi!

Ingresso dell’ex pretura di Naro

Il centro storico è sicuramente il posto più incantevole, si sviluppa attorno al Castello Chiaramontano e attraversandolo potrai ammirare numerose costruzioni di pregio da visitare assolutamente:

  • la Chiesa di Santa Caterina del 1300, dove sono presenti frammenti di affreschi di qualità eccelsa
  • la Chiesa barocca del Santissimo Salvatore 
  • il Duomo Normanno
  • la Chiesa Madre del 1619 con il suo magnifico fonte battesimale medievale e la statua della Madonna della catena del Gagini! 
Affreschi della Chiesa di Santa Caterina

Percorrendo corso Vittorio Emanuele e attraversando piazza Garibaldi, soffermati davanti la facciata di Palazzo Malfitano Giacchetto del quattrocento e il raffinato Palazzo Morillo del settecento.

Questo tour narese è una vera e propria immersione nella storia, totalmente gratuita, con gli abitanti che si improvvisano guide turistiche pur di far conoscere il proprio paese.
Ti mostreranno, infatti, tante piccole e grandi raffinatezze architettoniche, più o meno nascoste, che ti lasceranno senza parole per la loro inaspettata bellezza!

Gattoni di un balcone barocco

E la ciliegina sulla torta?
Sicuramente il Castello dei Chiaramonte!
Questa meravigliosa fortezza di origine turca (riedificata nelle forme attuali in epoca Chiaramontana) è la conclusione perfetta per un giro turistico tra storia, arte e cultura
Naro è una piccola grande città, visitarla sarà una continua e inaspettata scoperta!

Vicoletti di Naro

Gli itinerari turistici di Naro

Naro è una cittadina ricca di storia e cultura, come testimoniano le infinite strutture architettoniche e le numerosissime opere d’arte che ospita.
Non a caso la sua economia, da sempre essenzialmente agricola, ha avuto un forte incremento, da qualche anno a questa parte, soprattutto grazie al turismo.
Quest’ultimo ha avuto una forte ascesa non solo per i raffinati monumenti civili ed ecclesiastici ma anche per i reperti archeologici e le bellezze naturali mozzafiato che circondano questo comune dell’agrigentino.
Scopriamo insieme gli interessanti percorsi da intraprendere per conoscere, al meglio, Naro.

Itinerario archeologico

In contrada paradiso (zona limitrofa al centro urbano narese) si trovano delle catacombe paleocristiane.
Queste sepolture rurali sono sia a nicchia sia ad arcosolio (incassate nella parete e sormontate da una nicchia) e la maggiore prende il nome di Grotta delle Meraviglie.
A questo particolare complesso paleocristiano, situato in contrada Canale, si aggiungono altre aree archeologiche di grande interesse: il Castellaccio (ciò che rimane della Reggia di Cocalo) e la contrada Furore.

Itinerario medievale

L’essenza medievale di Naro è caratterizzata dalla presenza di capolavori architettonici risalenti proprio al periodo gotico siciliano.
Il viaggio nella Naro del Medioevo si riassume, principalmente, in cinque tappe:

  1. Castello dei Chiaramonte
  2. Duomo Normanno
  3. Porta d’Oro (o Porta Vecchia)
  4. Chiesa di Santa Caterina
  5. Palazzo Malfitano Giacchetto.
Chiesa di Santa Caterina

Itinerario barocco

Naro ha conosciuto il suo massimo splendore durante il XVII secolo, in concomitanza con la diffusione dell’arte barocca in Sicilia.
In questo periodo la città si arricchì di spettacolari monumenti alla cui costruzione lavorarono artisti dal notevole genio creativo.
Attraverso il percorso barocco è possibile visitare:

  1. la Chiesa del SS. Salvatore
  2. la Chiesa di San Niccolò di Bari
  3. la Chiesa Madre  
  4. l’ex collegio dei Gesuiti
  5. la Chiesa di Sant’Agostino
  6. la Chiesa ed ex convento di San Francesco
  7. la Chiesa di San Calogero. 
Chiesa di Sant’Agostino

Inoltre, nel territorio di Naro potrai visitare il lago San Giovanni (dista pochi chilometri dal centro abitato) che ha ospitato tornei di canottaggio a livello europeo ed internazionale.
Questa diga artificiale è circondata da uno splendido bosco, meta di turisti ed appassionati di trekking e birdwatching.

Dopo averti accompagnato alla scoperta di Naro e dei suoi tesori, cercheremo di farti conoscere nel dettaglio alcune delle radiose perle che la caratterizzano.
Inizieremo con il monumento più conosciuto ed apprezzato, l’emblema della cittadina medievale: il Castello dei Chiaramonte.

Entrata del Castello Chiaramontano

Il Castello Chiaramontano

Il monumento simbolo di Naro è il meraviglioso Castello Chiaramontano, tuttora perfettamente conservato e facilmente raggiungibile!
Questa affascinante fortezza è rimasta quasi intatta, tanto da diventare la location perfetta per i servizi fotografici matrimoniali ed è utilizzata anche per celebrare i matrimoni con rito civile.
Attualmente il meraviglioso maniero (sicuramente uno dei più interessanti della Sicilia) è di proprietà del Comune che preferisce utilizzarlo come spazio espositivo per mostre e incontri.

Cappella del Castello dei Chiaramonte

Il Castello dei Chiaramonte prende nome dal nobile casato che in epoca medioevale dominò Naro per più di un secolo e la sua atmosfera emozionante catapulta, all’istante, il visitatore indietro nel tempo!
La posizione di questa costruzione gotica la rende ben visibile dalla pianura sottostante la cittadina barocca e nel territorio circostante.
Per raggiungere la magione bisogna attraversare le caratteristiche stradine tortuose e strette di Naro ma, appena arriverai a destinazione, lo scenario che ti troverai davanti ti lascerà senza parole!
Dopo aver percorso una piccola salita, si arriva allo spiazzale molto ampio della fortificazione dove troverai del personale molto competente e disponibile ad accoglierti.

Vista dal piazzale del Castello Chiaramontano

Il Castello Chiaramontano architettonicamente si presenta a pianta quadrangolare con una torre quadrata e una semicilindrica che collegano l’ampio corpo centrale suddiviso in due piani.
Una ripida scala interna ti condurrà dal salone alla terrazza merlata da cui si gode una vista del panorama sottostante a 360°.
Questo scenario mozzafiato è in grado di far rivivere le emozioni degli avvistamenti dei saraceni provenienti dal mare o dei fastosi banchetti che in passato si tenevano alla corte del signore locale.
Ma è dalla parte più alta della torre che potrai ammirare uno spettacolo senza pari!
Da questa prospettiva si riesce a “dominare” quasi tutta la Sicilia: dall’Etna alle Madonie, da Gela a Cammarata e, in alcuni periodi dell’anno, addirittura le coste di Malta!

Inoltre il Castello Chiaramontano si distingue per gli importanti elementi costruttivi che spaziano dall’arte araba a quella normanna.
Fu usato come carcere ed è ricco di particolari testimonianze di quel passato.
Sono molto toccanti, infatti, i resti delle scritte di chi, nei secoli, è stato ospite “obbligato”.
Anche gli interni della fortezza meritano una visita.
Qui troverai magnifici affreschi (soprattutto dove meno te l’aspetti), potrai ammirare le torri e la cella dove trascorse i suoi ultimi giorni la sfortunata Giselda, la castellana che si innamorò del suo paggio e fu vittima di un tragico destino. 
Eviteremo di raccontarti la sua sfortunata vicenda perché sarà molto più emozionante ascoltarla dagli appassionati custodi del Castello Chiaramontano!
Difatti le disponibili guide locali ti coinvolgeranno con interessanti spiegazioni storiche, curiosi aneddoti e leggende “soprannaturali” sui vari fantasmi che popolano la fortezza (proprio come quella sulla bella e triste Giselda che, probabilmente, ancora aleggia nel maniero).

La leggenda di Giselda

Per finire in bellezza questa visita così coinvolgente, al primo piano del Castello dei Chiaramonte troverai la splendida Mostra permanente dell’abito d’epoca ricca di pezzi assolutamente degni di nota.
L’interessante collezione (dalla fine dell’800 agli inizi del ‘900) è composta da vestiti e accessori donati dalle famiglie nobiliari siciliane

Salone del Castello dei Chiaramonte

ll Castello Chiaramontano di Naro, oltre a essere un patrimonio artistico nazionale senza pari, è una piacevole scoperta per chi lo visita!
Imponente e ben conservato, si rivela al turista come un luogo di grande interesse soprattutto grazie alle puntuali ed esaurienti spiegazioni dei custodi.
Questo emozionante viaggio indietro nel tempo ti stupirà in tutti i sensi:

  1. ammirare Naro e il resto della Sicilia sia dal piazzale della fortezza sia della torre più alta è un’esperienza senza pari, da mozzare il fiato.

  2. L’entrata e il tour al Castello Chiaramontano sono totalmente gratuiti, aspetti sicuramente da non sottovalutare!
     
  3. Si termina questa visita con un arricchimento culturale ed esperienziale enorme, grazie all’incontro con simpatici e disponibili narratori del luogo.

Alla fine basta semplicemente la voglia e la passione verso il proprio territorio per dare un valore aggiunto a tutti gli straordinari patrimoni storico-artistici che ci circondano!

Continua a seguirci sulle nostre pagine social (Facebook, Instagram, Pinterest) e ti sveleremo tanti altri tesori dell’affascinante Naro, la Noto meno nota!

Pin It on Pinterest