fbpx
Seleziona una pagina

Le curiosità sulla produzione del profumatissimo frutto dalle mille proprietà!

Il termine della stagione autunnale coincide proprio con l’inizio della raccolta delle arance
Infatti questo è il momento perfetto per assaporare e, soprattutto, godere dei benefici di un agrume tanto aromatico quanto salutare.
L’arancia, di fatto, rappresenta uno dei prodotti d’eccellenza più apprezzati durante il periodo più rigido dell’anno.
Grazie alle sue molteplici caratteristiche, risulta un perfetto integratore per contrastare i tipici malanni stagionali e preparare il nostro corpo all’arrivo della primavera.

Non a caso, la raccolta di questi agrumi inizia i primi di novembre e si protrae fino all’inizio di giugno, mantenendo costantemente un livello qualitativo elevatissimo.
Riguardo le categorie più apprezzate, le varietà siciliane (in particolar modo quella di Ribera) sono considerate le migliori in tutti sensi.
Prima di “familiarizzare” con la gustosissima arancia bionda riberese è opportuno comprendere, nel dettaglio, i proficui vantaggi di questo aromatico “gioiello” siculo.

Photo by Brienne Hong on Unsplash

Le proprietà benefiche dell’arancia

Considerato l’agrume per antonomasia, in virtù delle innumerevoli caratteristiche nutrizionali, rappresenta il frutto perfetto anche per il suo calendario di maturazione molto scalare. 
Infatti si trova sul mercato quasi tutto l’anno, in numerose tipologie e tutte di alto livello. 
Dalla Navelina alla Valencia Late (la più tardiva) potrai godere di questo prodotto d’eccellenza anche nelle sue ultime battute di stagione.
Conosciamo insieme i suoi illimitati benefici:

  • antinfiammatorio
  • antiossidante
  • antistress 
  • antivirale
  • attivatore del metabolismo
  • benefico per cuore e arterie
  • collabora al mantenimento del colon
  • contrasta l’invecchiamento cellulare
  • drenante
  • depurativo
  • difende il corpo da agenti chimici, fisici e ambientali 
  • digestivo
  • energizzante (azione simile a quella del magnesio che limita l’astenia cronica)
  • favorisce l’assorbimento del ferro (particolarmente consigliato in caso di anemia)
  • facilita il transito intestinale 
  • integratore multivitaminico e di sali minerali
  • neutralizza le sostanze tossiche agevolandone l’eliminazione
  • ostacola il senso di fame e sazia facilmente
  • preserva da batteri e virus ostili
  • previene le emorragie tutelando i capillari
  • protegge le cellule dall’azione distruttiva dei radicali liberi  
  • purifica reni, fegato e intestino
  • rafforza il sistema immunitario
  • regola l’assorbimento di zucchero, grassi e proteine
  • riduce stanchezza e nervosismo 
  • ristabilisce il benessere naturale dell’organismo 

Al nostro sostanzioso elenco integriamo due degli aspetti più interessanti di questo superfrutto: sapevi, infatti, che le arance sono le più valide aiutanti nel mantenimento del peso forma e di una perfetta epidermide?
L’80% della consistenza di questi agrumi è fornita dall’acqua, quindi sono poco calorici (circa 40 calorie per etto) e la loro percentuale di acido citrico riduce la glicemia
L’elevata presenza di fibre elimina le scorie presenti nell’organismo, donando alla pelle un aspetto migliore. 

Ironicamente, proprio questo frutto, è uno dei principali alleati nella perenne battaglia per la tanto temuta buccia d’arancia (uno degli inestetismi più odiati dalle donne).
In sostanza, una salutare spremuta di arance è come un vero e proprio elisir di benessere e lunga vita.

Photo by Alireza Etemadi on Unsplash

Oltre a ciò, le bucce e gli scarti delle arance sono ingredienti eccellenti per preparare anche a casa dei portentosi detersivi ecobio!

Ormai conosci a menadito le differenti proprietà benefiche di questo portentoso agrume ma sai che ne esistono di diverse tipologie? 
Ti chiariamo un po’ le idee.

Le varietà più conosciute e gli utilizzi più frequenti delle arance

L’Italia del Sud può considerarsi la culla storica dello “spicchio di sole” importato da Oriente e il territorio maggiormente apprezzato per la sua coltivazione (nonostante Brasile, Cina, India, Messico, Spagna e Usa la superino in produzione).

Generalmente, le arance, in base alla loro colorazione e alle modalità di consumo, si suddividono in diversi gruppi.

Rosse

Appartengono a questa categoria i frutti appartenenti al genere Tarocco, Moro e Sanguinello (riconosciuti dall’Unione Europea con il marchio IGP) e sono ideali da spremere o da estrarne il succo.

Photo by freestocks.org on Unsplash

Bionde

Possiedono una pigmentazione più chiara e le loro varietà sono Navelina, Ovale e Valencia.
Il modo migliore per consumarle è fresche e sono utilizzate anche in innumerevoli ricette sia dolci che salate.

Amare

Ostiche da assumere al naturale, generalmente vengono apprezzate sotto forma di succhi e marmellate.
Tuttavia, si impiegano maggiormente in farmacologia e cosmesi grazie alle particolari proprietà del loro olio essenziale.

Tra queste categorie, la più apprezzata è senz’altro l’arancia bionda di Ribera.
In questa splendida località siciliana, infatti, si possono trovare numerose aziende agricole che si occupano della produzione e coltivazione degli agrumi.
Visitare questi splendidi luoghi non sarà un semplice giro tra gli aranceti ma una vera e propria esperienza dei sensi
Un viaggio tra profumi e sapori ormai dimenticati che ti coinvolgerà a 360° e potrai conoscere una città (celebre per le sue prelibate arance) ricca di storia, cultura e monumenti di grande pregio.

La meravigliosa Ribera e i suoi aranceti sono veramente coinvolgenti!
Ammirando i processi di raccolta e lavorazione delle aromatiche arance avrai modo di rivivere emozionanti sensazioni del passato.

Photo by Thomas Grübler on Unsplash

Ribera e le sue arance

Il particolare microclima di Ribera rende questo territorio il perfetto habitat per la produzione delle arance bionde, le più saporite e profumate!
In questa affascinante città siciliana la raccolta e la trasformazione dell’Arancia Vaniglia e della Washington Navel (due qualità d’eccellenza tra questi agrumi) sono le più diffuse.
Entrambe sono molto dolci, il loro succo è abbondante, hanno polpa tenera e buccia chiara.

Washington Navel (dette anche Brasiliane)

Riconoscibili grazie al loro caratteristico “ombelico” (navel), danno l’idea di avere al loro interno un secondo piccolo frutto e hanno una pezzatura media-grossa (200 grammi circa).
Queste arance maturano a novembre e la raccolta si protrae fino a metà aprile.
L’ideale sarebbe consumarle fresche ma sono anche dei versatili ingredienti in cucina.

Vaniglia Apireno

Il frutto è privo di semi e ha una bassissima acidità, il gusto è delicato e ha una straordinaria fragranza.
Necessita di più tempo per la maturazione, per questo motivo si raccoglie fino a maggio. Questa tipologia di arancia viene impiegata per la preparazione di dolci e anche di insalate da servire come antipasti o contorni per arrosti.
La buccia secca o candita è utilizzata in pasticceria.

Questi agrumi biondi, dalle eccezionali proprietà organolettiche, sono così apprezzati dagli esperti che l’arancia di Ribera è diventata un marchio DOP (denominazione di origine protetta) ed è tutelata da un consorzio apposito sin dal 2010.

Photo by shadi rahmati on Unsplash

Dopo aver analizzato i benefici delle arance e approfondito le differenti qualità di ogni varietà, non ti resta che partire per un gustoso viaggio nei profumi e colori della Sicilia più autentica

Continua a seguire i nostri social (Facebook, Instagram e Pinterest) troverai numerosissime ricette tradizionali siciliane preparate con le arance che ti faranno venire l’acquolina in bocca!

Pin It on Pinterest